carlo gelosi

Libro di testo

Le città europee, Patrick Le Galès, Il Mulino

 

Nella società postindustriale le città sono al centro di una duplice tensione: da un lato tra dimensione locale e globale, dall'altro tra cooperazione e competizione. Una crescente delega di competenze ricolloca a livello locale una serie più ampia di problemi, dalla disoccupazione al disagio locale, dalla povertà al traffico, dalla sicurezza alla tutela dell'ambiente.

Nello stesso tempo i destinti di molti centri urbani si giocano sempre su una scala sovranazionale, spiazzando intere città o regioni. I governi locali sono spinti per un verso a cooperare con organismi e network che assicurano una serie di benefici (abbattimento dei costi progettuali e organizzativi, scambio di informazioni e competenze, rafforzamento delle capacità di lobbying), per un altro a entrare in competizione tra loro (ad esempio per «conquistare» grandi eventi, summit e conferenze, sedi di organizzazioni e istituzioni). A partire da una ricostruzione del rapporto tra città e Stati dal Medioevo ai nostri giorni, questa lucida analisi mostra come il modello urbano europeo stia cambiando e ridefinendo la sua identità.
 

Patrick Le Galès è professore ricercatore di sociologia e politica a Science Po, Parigi, E' visiting professor al King's College di Londra. E' inoltre coordinatore del gruppo di ricerca "città e territori" di Science Po e primo editore dell'international Journal of urban and regional research.

link