carlo gelosi

LA COMUNICAZIONE DI PUBBLICA utilità, vol. 1, (a cura di S. Rolando), FrancoAngeli, Milano, 2004

 

"Vi è un' evoluzione nell'idea di comunicazione pubblica identificata nelle attività di soggetti distinti rispetto alla comunicazione commerciale, radicata e consolidata da anni. Si tratta di un'evoluzione che ha riguardato soggetti diversi: le istituzioni, la politica, le associazioni sociali e della rappresentanza.

Soggetti che si rivolgono al cittadino e che interagiscono tra di loro. La nuova stagione della comunicazione pubblica ipotizza come essenziale questo spazio - di rappresentazione, concertazione, comunicazione, trasparenza e servizio - in cui tali diversi soggetti dialogano, si confrontano, fanno patti. è uno spazio che esprime comunicazione di pubblica utilità, intesa come scenario di una dinamica relazionale tra pubblico e privato; tra ottica delle istituzioni, ottica delle organizzazioni sociali e di impresa e ottica delle persone."
Il primo volume contiene scritti dedicati alle questioni identitarie e agli sviluppi della comunicazione politico-istituzionale.
 

Stefano Rolando è professore associato in Economia e gestione delle imprese e docente di Teoria e tecniche della comunicazione pubblica, di Comunicazione di pubblica utilità e di Immagine e identità nazionale all'Università Iulm di Milano, presso cui dirige anche i master di I° e II° livello nel settore.

 

 

 

Massimiliano Padula
Crisis Communication
Come comunicare le emergenze
Effatà editore, 2005
 
"La crisi è un evento che infrange gli equilibri di un'organizzazione minacciandone gli obiettivi fondamentali e producendo gravi conseguenze.
Emergenze sono gli attacchi terroristici, i crack aziendali, le catastrofi ambientali, ognuna differente per     peculiarità     e     conseguenze    ma    tutte

contraddistinte dalla necessità di essere prevenute, gestite e comunicate opportunamente. Le tecniche del Crisis Management sono fondamentali durante una criticità, così come lo è la relazione con tutti coloro che interagiscono con l'organizzazione colpita. Occorre comunicare ed occorre farlo nel migliore dei modi con le tecniche e gli strumenti che la disciplina della Crisis Communication suggerisce, evitando chiusure ed assumendosi le proprie responsabilità."

 

Massimiliano Padula, è professore a contratto presso l’Istituto Pastorale “Redemptor Hominis” della Pontificia Università Lateranense  in materia di Comunicazioni sociali. è inoltre cultore della materia del corso di Comunicazione Istituzionale (Corso di Laurea in Scienze dell’Amministrazione) presso la Facoltà di Giurisprudenza della  L.U.M.S.A. di Roma